Italcanapa: annata agraria 2019

Italcanapa: annata agraria 2019

Canapa toscana
Italcanapa, raccolto 2019: Cannabis Sativa varietà Finola

Alla fine di settembre 2019 Italcanapa ha chiuso con soddisfazione la prima annata agraria. Al termine di un’estate impegnativa il raccolto di biomassa è stato ragguardevole: circa 500kg per ettaro di biomassa essiccata, con quasi 70 ettari coltivati a canapa in varie provincie della Toscana.

In realtà la stagione si è caratterizzata per un clima non favorevole: in Toscana le pioggie si sono prolungate sino a giugno, ostacolando la semina, e poi il caldo improvviso e la siccità hanno disturbato lo sviluppo delle piante. La varietà di Cannabis Sativa utilizzata per la semina, la Finola, si è dimostrata molto sensibile alle alte temperature estive, dandoci non pochi grattacapi.

Canapa raccolto

Come primo anno la raccolta della canapa è stata effettuata a mano, mentre l’essicazione del prodotto (a circa 30 gradi costanti) è stata eseguita all’interno di appositi essicatoi, preventivamente bonificati. A questa fase di lavorazione ha fatto seguito la selezione e la trinciatura delle infiorescenze e poi l’imballaggio.

Prima della consegna al cliente, campioni di raccolto sono stati sottoposti alle analisi per la titolazione dei cannabinoidi.

Canapa essicazione
Trinciato di canapa
Raccolto 2019: a sinistra le infiorescenze stoccate nei cartoni a magazzino, a destra il prodotto trinciato pronto per la consegna

Contemporaneamente Italcanapa si è attivata per proseguire e migliorare l’attività nella prossima stagione, 2020. Nel prossimo anno il Consorzio si avvarrà della collaborazione di un tecnico-agronomo specializzato nella coltivazione di canapa, con l’obiettivo di diversificare la coltivazione (biomassa e seme), incrementando al contempo l’efficienza degli impianti.

In questa ottica Italcanapa adotterà macchinari dedicati alla raccolta e alla prima lavorazione, selezionando le varietà di canapa più adeguate per la composizione biochimica e per i microclimi delle singole aziende associate.

Credits fotografici: Casentino

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*